Via da Matrix: messaggi in bottiglia aspettando il nuovo anno.

(8×33)
Solo vagando senza mèta, arriviamo dove dobbiamo arrivare.

Ogni volta che decidiamo una destinazione precisa,
impediamo al “caso” di fare il suo lavoro.
Lo facciamo perché avere una destinazione,
ci dà un apparente senso di sicurezza.
Perché così evitiamo il “vuoto”,
e il panico che ne consegue.
Non avere una mèta,
consente alla mèta di trovare noi.
Un bivio preso a caso,
una strada che si rivela un vicolo cieco,
un “arrivo” che ci delude,
e poi ripartire,
per riprovarci quante volte serve.
Rinnovando ogni volta la fiducia,
al nostro “sesto senso” appena nato.
Non esistono errori,
ma solo “prove generali” di Libertà.
Fino a quando non arriviamo,
dove vogliamo stare per davvero.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...